Concorso scultura: Operazione Avalanche

1° premio scultura: "Lo sbarco"

2011_resina_dim: cm100X100X50

 

"LO SBARCO ALLEATO DEL 1943 SULLA COSTA DEL SELE"

Eventi turistici e culturali per rievocare l’Operazione “Avalanche"

25 settembre 2011 presso l' anfiteatro di Sant Antonio in Eboli ( SA ).

 

 

 

Lo sbarco

 

Si scagliò pensiero dominante,

quel pensiero d’Occidente

che con sé non solo regola

ma è libertà d’azione,

ciò che presiede è

quello che avanza;

tempo di ordine e

temperanza

la visione del liberatore

dal chewin gum tra i denti

che beve e fuma

conquistando.

 

 

(trascrizione dell'incisione sulla scultura)

La forza d’invasione, ovvero la 5ª Armata, attuò due sbarchi,
a distanza di 15 chilometri l’uno dall’altro, utilizzando il Sele come divisore.
La forza d'invasione settentrionale sbarcò su sei spiagge all'altezza di Pontecagnano e Battipaglia, quella meridionale su quattro spiagge a Paestum ed Eboli.
Le condizioni meteorologiche erano favorevoli, in quanto la notte era calma e priva di vento, mentre il cielo era sgombro dalle nubi.
L’ora X scattò alle 3:30 del 9 settembre, momento di massima oscurità,
utile per l’occultamento della forza da sbarco, anche se, d'altro canto,
svantaggiosa per le manovre di avvicinamento alla costa.
Furono ben 40 i chilometri di costa interessati dall'operazione Avalanche.  (Wikipedia)